PEPERONCINO PICCANTE CHEYENNE vaso diam 14 - h 15-30 cm

PEPERONCINO PICCANTE CHEYENNE - Altezza pianta: 15/ 30 cm - Diametro Vaso: cm 14

 

Security policy (edit with Customer reassurance module)

 

Delivery policy (edit with Customer reassurance module)

 

Return policy (edit with Customer reassurance module)

Il peperoncino è una pianta perenne che deve essere posizionata in pieno sole e che ha bisogno di molta acqua durante la coltivazione, senza creare ristagni; non sopporta però i climi rigidi e per questo deve essere protetta nei periodi freddi dellanno.La parte più piccante del peperoncino è la parte superiore del frutto e la placenta interna, che vanno quindi asportate se si intende diminuirne l'effetto piccante. Per aumentare invece il gusto piccante dei frutti, basta diminuire le innaffiature, anche azzerandole, nelle 48-72 ore precedenti la raccolta, stando attenti a non far morire la pianta. Per favorire la maturazione dei frutti, si può aumentare il tenore di potassio del terreno. Il principo attivo che da la piccantezza si chiamano capsaicina e la sua concentrazione più o meno alta viene misurata tramite la scala di Scoville. Il peperoncino Cheyenna è di origine indiana, ha una pianta eretta, aperta con internodi. Il frutto è lungo 14-16cm ad alto contenuto di capsicina e mantiene un alta piccantezza anche nel periodo invernale ed a frutto verde. È ottimo da essiccare. Ha un grado di piccantezza 30,000 .scoville.
 
Utilizzo in cucina
In cucina, il peperoncino è utilizzato in numerose ricette per insaporire i piatti conferendo piccantezza e colore. Il peperoncino viene utilizzato fresco, ma molto spesso viene anche conservato tramite essiccazione, quindi spezzettato o polverizzato. Molto amato nella cucina mediterranea, è usato per insaporire sughi e condimenti per i primi piatti (non possiamo non citare i spaghetti aglio, olio e peperoncino o la pasta all'arrabbiata) ma anche carni, salumi e formaggi. In particolare, il peperoncino è usato per confezionare salumi e insaccati tipici delle regioni meridionali. Il peperoncino è molto usato anche nella cucina nord africana, orientale e mediorientale, per insaporire diversi piatti di carne. Amatissimo in Messico, dove è usato nella preparazione del chili, è molto diffuso in numerosi paesi dal clima caldo, grazie alla sua capacità antibatteriche che gli permettono di conservare a lungo i cibo.

Effetti curativi
Il principio attivo che causa la piccantezza del peperoncino è un alcaloide, chiamato capsacina, presente in quantità differenti nei diversi peperoncini; in dosi minime ha molte proprietà curative, in dosi massicce può provocare ustioni, è quindi bene utilizzare il peperoncino con qualche cautela: la preparazione di grandi quantità va effettuata con guanti o altre barriere, per evitare di venire in contatto con dosi eccessive di capsacina.Il peperoncino favorisce la digestione stimolando la secrezione gastrica, è utile contro le malattie da raffreddamento,sinusiti,bronchiti. Favorisce la circolazione sanguigna,è un'efficace vasodilatatore. Grazie alla capsaicina stimola la circolazione sanguigna ed rende elastici i capillari sanguigni. Viene utilizzato nei rimedi omeopatici in caso di otite congestizia con dolore auricolare,rinofaringiti.

P.S. Le foto sono indicative riguardo l'effettiva pianta spedita, la quale può avere tonalità e conformazione leggermente differenti da ciò che è qui mostrato, fermo restando la tipologia e la specie.
 

 

Linea Verde